Carlo Goldoni
Le femmine puntigliose

ATTO PRIMO

Scena Undicesima. Donna Rosaura e Don Florindo, poi Brighella e detti

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

Scena Undicesima. Donna Rosaura e Don Florindo, poi Brighella e detti

 

Donna Rosaura - Signora contessa, mio marito vuol aver l'onore di rassegnarle la sua servitù.

Don Florindo - Rendo infinite grazie alla signora contessa per la bontà, con cui si degna favorire mia moglie, e la prego ricevere me pure nel numero de' suoi servitori.

Contessa Beatrice - Signora donna Rosaura, avete un bel giovinotto per marito.

Don Florindo - E questo signore chi è? (a Lelio, accennando il conte Onofrio)

Conte Lelio - È il signor conte Onofrio, consorte della contessa Beatrice.

Don Florindo - Permetta, che con lei pure... (ad Onofrio)

Conte Onofrio - Schiavo, schiavo, senza cerimonie. (voltandogli le spalle)

Don Florindo - (Questo trattamento non mi finisce). (da sé)

Conte Onofrio - Signora Rosaura, avete della cioccolata molto buona.

Donna Rosaura - Ne ho portata un poco per me; se comandate, la spartiremo.

Conte Onofrio - Mi farete piacere, vi sarò obbligato.

Donna Rosaura - Ehi? (chiama)

Brighella - Lustrissima.

Donna Rosaura - Senti, porta subito subito venti libbre di cioccolata a casa della contessa Beatrice. (piano a Brighella)

Brighella - Subito la servo. (parte)

Contessa Beatrice - Oh via, andiamo. Conte Onofrio, date mano alla signora donna Rosaura.

Conte Onofrio - Volentieri, son qui la mia ragazza. (a Rosaura)

Donna Rosaura - Florindo, servite la signora contessa.

Contessa Beatrice - Eh no, non v'incomodate. Conte Lelio, favorite. (chiama Lelio)

Conte Lelio - Ma se si esibisce l'amico Florindo...

Contessa Beatrice - Andiamo, andiamo. (prende Lelio per la mano)

Donna Rosaura - Mio marito verrà in carrozza con noi? (a Beatrice)

Contessa Beatrice - In carrozza non vi si sta più di quattro. Verrà a piedi.

Donna Rosaura - Basta... abbiamo anche noi la nostra carrozza.

Contessa Beatrice - Dunque verrà colla vostra. (parte con Lelio)

Donna Rosaura - Florindo, abbiate pazienza.

Conte Onofrio - Ehi? Avete buon cuoco? (a Florindo)

Don Florindo - Sì signore, buono.

Conte Onofrio - Lo proveremo. (parte con Rosaura)

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License