Carlo Goldoni
Le femmine puntigliose

ATTO TERZO

Scena Quarta. Don Florindo, poi Brighella

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

Scena Quarta. Don Florindo, poi Brighella

 

Don Florindo - Ora conosce mia moglie la pazzia che aveva nel capo; spero che ciò le servirà di regola, e per l'avvenire non darà in simili debolezze.

Brighella - L'è andà via.

Don Florindo - Che cosa ha detto?

Brighella - El s'ha accorto benissimo che no i l'ha volesto, e l'ha dito mastegando: Questo è quello che si avanza a usar finezze a questa sorta di gente.

Don Florindo - A questa sorta di gente? Giuro al cielo! Mia moglie dice di vendicarsi, ma non so che cosa farà, e dubito di qualche freddura; anch'io voglio cavarmi una soddisfazione. Senti, Brighella, so che sei uomo, e che farai con esattezza quanto ti ordino.

Brighella - La comanda pur, e la vederà se so far.

Don Florindo - Sei pratico di Palermo?

Brighella - Ghe son stà tanti anni.

Don Florindo - Sapresti ritrovarmi quattro bravi uomini, che fossero buoni da menar le mani?

Brighella - Alla bettola se ne trova quanti se vol.

Don Florindo - Tieni. Questi sono sei zecchini, trova quattro uomini, loro uno zecchino per uno, conducili al palazzo della contessa Eleonora, e ordina ad essi che bastonino tutti i servitori che escono da quella casa.

Brighella - I servidori?

Don Florindo - Sì, i servitori.

Brighella - Che colpa gh'ha i poveri servidori?

Don Florindo - Questa è una vendetta che ho veduta praticare da molti. Bastonar il servo per far un affronto al padrone.

Brighella - Poverazzi! I me fa peccà.

Don Florindo - Se lo fai, guadagni li due zecchini; se non lo fai, ti licenzio dal mio servizio.

Brighella - Lo farò, ma confesso el vero, che me despiase, perché l'è un pan che me pol esser reso anca a mi (parte).

Don Florindo - Almeno potrò vantarmi di aver fatto una qualche vendetta; si parlerà almeno di me con qualche stima, con qualche rispetto.

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License