Carlo Goldoni
Filosofia e amore

ATTO PRIMO

SCENA UNDICESIMA   Merlina, poi Leonzio

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

SCENA UNDICESIMA

 

Merlina, poi Leonzio

 

MERL.

Io non so che si dica, e non m'importa

Di saperlo nemmen. Vorrei vedere

Se la mia Cloridea qui si ritrova.

E se la cara amica

Si presenta di nuovo agli occhi miei,

Voglio far all'amor solo con lei.

LEON.

(Menalippe per tutto

Mi segue ed importuna; ed io sospiro

Veder l'idolo mio). (da sé)

MERL.

(Che bel signore!

Questo mi piaceria più di quell'altro.

S'ei mi volesse bene,

Forse ne avrei conforto;

Ma alla mia Cloridea non vuò far torto).

LEON.

(Chi è costei? Non mi pare

Di averla più veduta).

MERL.

(Mi guarda attentamente.

Quasi gli parlerei; ma non ardisco).

LEON.

Giovinetta gentil.

MERL.

La riverisco.

LEON.

Siete voi forestiera?

MERL.

Io non lo sono.

LEON.

Siete voi nata in Samo?

MERL.

Signor no.

LEON.

Perché dunque mi dite

Non esser forestiera?

MERL.

Oh quest'è bella!

Nel paese, signor, dove son nata,

Forestiera nessun mi ha mai chiamata.

LEON.

innocente, al vedere).

MERL.

E voi chi siete?

LEON.

Uno scolaro io sono

Del filosofo Xanto.

MERL.

E che imparate?

LEON.

Filosofici arcani

M'insegna il precettore;

Ma una scienza miglior mi detta Amore.

MERL.

Oh, oh, di questa scienza

Me n'intendo ancor io.

LEON.

Voi pure amate?

MERL.

signor, per servirla, e mi lusingo

D'essere fortunata,

Se qui ritrovo la mia innamorata.

LEON.

Come? L'innamorata?

Siete uomo, o siete donna?

MERL.

Oh quest'è bella!

Son donna, a parer mio.

LEON.

Non vi capisco.

MERL.

E non v'intendo anch'io.

LEON.

Ma chi cercate?

MERL.

Io cerco

Una donna vezzosa,

Bella come una dea.

LEON.

E qual è il di lei nome?

MERL.

È Cloridea.

LEON.

Oh ciel! La conoscete?

MERL.

La conosco sicuro:

Siam nate entrambe nel paese istesso,

Siam d'un medesmo sesso,

Siam della stessa età.

Ditemi s'ella è qui, per carità.

LEON.

Cloridea qui si trova.

Ma chi sa poi s'è quella?

MERL.

È vezzosa?

LEON.

È vezzosa.

MERL.

È bella?

LEON.

È bella.

MERL.

Dunque è quella senz'altro.

Affé, l'ho ritrovata.

Voglio vedere la mia innamorata.

LEON.

Ma questa è l'amor mio.

MERL.

Signor no, signor no; la voglio io.

 

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License