Carlo Goldoni
Filosofia e amore

ATTO SECONDO

SCENA SESTA Merlina e Rapa

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

SCENA SESTA

Merlina e Rapa

 

RAPA

Dunque con mio contento

Voi sarete mia sposa, a quel ch'io sento.

MERL.

(Guarda per la scena)

RAPA

Che guardate?

MERL.

S'io vedo la padrona.

RAPA

No, non c'è; se n'è andata.

Via, sposina garbata,

Ritornatemi a dir se voi mi amate.

MERL.

(Come sopra)

RAPA

Ma che diavolo fate?

MERL.

Ho paura che torni, per mia .

RAPA

Pericolo non c'è.

MERL.

Quand'è così,

Quel che dissi stamane a voi ridico:

Del vostro amor non me n'importa un fico.

 

Ho veduto tanti e tanti

Colle donne far gli amanti,

E poi dopo le meschine

Le ho vedute a bastonar.

Qualche volta in allegria:

Coccolina, vita mia,

Sempre più ti voglio amar;

E poi dopo s'alza il grugno,

E alla sposa con un pugno

Le carezze soglion far. (parte)

 

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License