Carlo Goldoni
Gli innamorati

ATTO PRIMO

Scena Quinta. Flamminia ed Eugenia

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

Scena Quinta. Flamminia ed Eugenia

 

FLA. E perché avete fatto questa baggianata?

EUG. L'avete mai letto il libro del Perché? Leggetelo e lo saprete.

FLA. Sguaiaterie, vi dico; e ne son stucca, e ristucca.

EUG. Gran premura aveva ieri sera il signor Fulgenzio di andare a casa!

FLA. È andato via per la rabbia.

EUG. Eh, pensate...è andato via perché aveva un impegno.

FLA. E con chi?

EUG. Col diavolo, che se lo porti.

FLA. Sorella, voi vi volete precipitare.

EUG. Quando si tratta di quelle maledette bugie, non le posso soffrire.

FLA. Vi ha detto qualche cosa il servitore?

EUG. Niente.

FLA. Non istate a crederefacilmente...

EUG. O già, io non credo a nessuno.

FLA. A Fulgenzio potete credere.

EUG. Peggio.

FLA. E a me?

EUG. Peggio.

FLA. Già, chi non dice a modo vostro ha il torto, presso di voi. Ecco qui nostro zio.

EUG. Chi diavolo c'è con lui?

FLA. Un forastiere, mi pare.

EUG. Ha sempre seco delle seccature.

FLA. Sì, chi sentirà lui sarà qualche gran personaggio. Sarà di costa di re. Egli magnifica tutte le cose e si fa burlare da tutti.

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License