Carlo Goldoni
Le inquietudini di Zelinda

ATTO TERZO

SCENA DICIANNOVESIMA   Lindoro e detta.

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

SCENA DICIANNOVESIMA

 

Lindoro e detta.

 

LIND. Che fate della mia roba? Perché mettete i vostri abiti in quel baule?

ZEL. Oh veramente capisco ora che faccio una cosa che non posso fare senza licenza di mio marito. (ironico)

LIND. Ma che idea è questa? A qual fine? Perché?

ZEL. Per me non me ne ho più da servire.

LIND. Avete risoluto d'allontanarvi?

ZEL. Oh sì, costantemente.

LIND. D'abbandonarmi?

ZEL. Risolutissima.

LIND. Sicuro?

ZEL. Assolutissimamente.

LIND. Aspettate. (risoluto in atto di partire)

ZEL. Pretendereste voi d'impedirmi?...

LIND. No, ma aspettate. (pateticamente, e parte)

 

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License