Carlo Goldoni
L'ippocondriaco

PARTE SECONDA

SCENA PRIMA   Melinda sola, da sensale da matrimoni.

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

PARTE SECONDA

 

SCENA PRIMA

 

Melinda sola, da sensale da matrimoni.

 

 

Eccomi alfin ridotta,

Infelice Melinda, a mal partito.

Or sì che tornerei,

Benché pien di difetti, a mio marito.

Non avea finalmente

Il vitto a mendicar. Casa civile,

Abiti da par mio non mi mancavano,

La mia fatica alfin non era molta.

Infelice Melinda! Oh fui pur stolta!

Sotto mentite spoglie

Forzata sono a guadagnarmi il pane

Con il mestier scabroso

D'onorato sensal da matrimoni.

Il frutto ch'io ne cavo

Son le maledizion de' maritati.

Quando incontrano male,

Tutte le imprecazion vanno al sensale.

Ma veggo, s'io non fallo,

Il mio pover Ranocchio. Oh se potessi

Con lui pacificarmi!

Se non sapessi amarlo,

Vorrei fingerlo almen. Non è difficile

Il finger a noi donne. Eccolo; intanto

Mi ritiro: chi sa? Due lacrimette

Formano al cuor dell'uomo un grand'incanto.

 

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License