Carlo Goldoni
L'isola disabitata

ATTO SECONDO

SCENA PRIMA   Boschetto delizioso.   Valdimonte e Garamone, poi Panico in disparte

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

ATTO SECONDO

 

 

 

SCENA PRIMA

 

Boschetto delizioso.

 

Valdimonte e Garamone, poi Panico in disparte

 

VAL.

Garamone, che dite?

Le nostre innamorate

Par si siano accordate

Di accarezzar Panico per vendetta.

GAR.

Che rabbia maledetta!

Hanno preteso di mortificarci.

VAL.

E con esse noi pur dobbiam rifarci.

Son gelose di noi per la Chinese;

E noi concordemente

Facciamle disperare.

GAR.

Ma tutti due non la possiam sposare.

VAL.

Bene, da buoni amici

Facciam così: che scelga per marito

Di noi due la Chinese il più gradito.

GAR.

Son contento. (Lo scelto sarò io). (da sé)

VAL.

(Già mi posso fidar del merto mio). (da sé)

PAN.

(Eccoli tutti due; sentir io voglio

Se parlano di me). (da sé, in disparte)

GAR.

Ma se Roberto

Avesse la medesima intenzione?

VAL.

Or mi passa per mente un'invenzione.

Già nel nostro equipaggio

Vi son vari Chinesi,

Che hanno gli abiti ancor dei lor paesi.

C'informeremo in prima

Del padre di Gianghira;

Poi, con una imbasciata,

Fingerem che da lui sia ricercata.

GAR.

Il pensamento è astuto.

PAN.

(A tempo ad ascoltar son qui venuto). (da sé)

VAL.

Quando in poter l'avremo,

Da lei dipenderemo.

GAR.

Tutto va ben; ma ciò non basta, amico:

Dee sentir la sua pena anche Panico.

(Panico si accosta un poco più, e di quando in quando per timore si ritira)

VAL.

Sì, vogliam bastonarlo?

GAR.

Bastonarlo? perché? Meglio è ammazzarlo.

VAL.

L'idea non mi dispiace.

GAR.

Finite avrà le impertinenze sue.

PAN.

(Che siate maledetti tutti due). (da sé)

VAL.

Dove lo troverem?

GAR.

Lo cercherò.

VAL.

Voglio cavargli il cor. (parte)

GAR.

Lo scannerò.

 

Se lo trovo codesto vigliacco,

Nel mortaio lo voglio pestar.

Lo vuò mettere dentro in un sacco,

E nel mare lo voglio cacciar.

Già mi pare d'averlo pigliato,

Già mi pare che sia stritolato.

Qua una gamba, qua un braccio, qua il core:

Traditore, ti voglio sbranar. (parte)

(Panico di quando in quando si avanza ad ascoltare, e si ritira tremante)

 

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License