Carlo Goldoni
I malcontenti

ATTO SECONDO

SCENA QUATTORDICESIMA

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

SCENA QUATTORDICESIMA

 

Il signor Grisologo, la signora Felicita, il signor Policastro che dorme.

 

GRIS. Bellissima scena! Mi hanno impiantato qui come uno stivale.

FELIC. (Ma questa Grilletta mi fa dare al diavolo). (da sé)

GRIS. Voi che avete tanta volontà di sentire, sentite il fine di questa scena.

FELIC. Lasciatemi stare. Ho altro in capo io. (Sto a vedere che mi toccherà stare in città, o andare con quest'abito in villa. Sia maladetto!) (da sé, si pone a sedere con distrazione, coprendosi la faccia col fazzoletto)

GRIS. Signor padre. Dorme? Signor padre. (lo sveglia)

POLIC. Che c'è? Bravo, bravissimo. Eh? dove sono andati? L'avete finita la commedia?

GRIS. L'ho principiata appena. Chi per una cosa, chi per l'altra, ciascuno è partito. Vuol ella sentir niente?

POLIC. Caro figliuolo, ho un sonno che non posso reggermi in piedi. La sentirò stassera al teatro. Lasciatemi andar un poco a dormire. (sbadigliando parte)

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License