Carlo Goldoni
Le massere

ATTO PRIMO

SCENA QUINTA

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

SCENA QUINTA

 

Anzoletto e Gnese

 

ANZOLETTO:

Cossa feu, siora Gnese?

GNESE:

Son qua, no me vedè?

ANZOLETTO:

Comandè, cara fia.

GNESE:

Grazie che gnanca che.

ANZOLETTO:

V'offèndio a domandar? Cossa gh'aveu con mi?

Aveu bisogno de acqua? ghe ne voleu?

GNESE:

Sior sì.

ANZOLETTO:

Battemo a qualche porta. Son qua, ve agiuterò.

Cara Gnese, siè bona. Me voleu ben?

GNESE:

Sior no.

ANZOLETTO:

Sto sior no, troppo presto l'avè lassà scampar;

Vedo che l'avè dito cussì senza pensar.

Ma se me varderè, se ghe pensè un pochetto,

No parlerè cussì.

GNESE:

Oh che caro Anzoletto!

Qualche volta dasseno me fe rider de cuor.

ANZOLETTO:

Oe, cossa fa el paron? Dormelo sior dottor?

GNESE:

L'ho lassà che el dormiva; credo che el dorma ancora.

ANZOLETTO:

Voleu vegnir con mi?

GNESE:

Dove?

ANZOLETTO:

Za xe a bonora.

A bever un caffè.

GNESE:

Son cussì, me vergogno.

ANZOLETTO:

Eh, andemo.

GNESE:

Ma! dell'acqua ghe n'ho tanto bisogno.

Se...

ANZOLETTO:

Da quel dalle acque i ve impenirà el secchio.

GNESE:

Vegnirave, ma po, se se desmissia el vecchio?

ANZOLETTO:

Presto se destrighemo.

GNESE:

Fe cussì, aspettè qua.

Più tosto anderò a casa a metterme el zendà.

Se sior Biasio dorme, chiappo su e vegno via.

Se el sente, se el me chiama, dirò qualche busia.

ANZOLETTO:

Brava; andè, che v'aspetto.

GNESE:

Ma el secchio chi lo porta?

ANZOLETTO:

Aspettè, cara fia, battemo a quella porta.

GNESE:

No, no, con donna Rosega no parlo, e no ghe batto.

La m'ha dito za un poco un de no tanto fatto.

ANZOLETTO:

Lassè che prova mi.

GNESE:

Ben, se volè, provè.

ANZOLETTO:

Deme quel secchio.

GNESE:

El secchio?

ANZOLETTO:

De mi no ve fidè?

GNESE:

Per fidarme me fido, ma un putto co se diè

Andar col secchio in man...

ANZOLETTO:

Qua nissun no ghe xe.

Deme quel secchio a mi, no gh'ho certi catarri.

Oh quanti contrabandi se sconde coi tabarri!

Se savessi! se porta, quando se gh'ha el morbin,

Sportele, tovaggioli, canevette de vin.

Vedeu ste macchie? un zorno sotto el tabarro ho sconto

Una polenta conza.

GNESE:

ben onto e bisonto!

ANZOLETTO:

Lassè véder sto secchio. Tireve da una banda.

Vardè co facilmente se e se domanda.

O de casa. (Batte.)

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License