Carlo Goldoni
Le massere

ATTO PRIMO

SCENA SESTA

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

SCENA SESTA

 

Donna Rosega e detti.

 

ROSEGA:

Chi è?

ANZOLETTO:

Amici.

ROSEGA:

Amici boni? (Viene alla finestra)

ANZOLETTO:

Bonissimi.

ROSEGA:

I xe in letto.

ANZOLETTO:

No domando i paroni.

Ho bisogno de vu.

ROSEGA:

De mi, sior Anzoletto?

Vegno da basso subito. (Entra.)

ANZOLETTO:

Fe presto, che v'aspetto.

GNESE:

Oe sentè, colla vecchia no stessi a far el matto;

Savè che donna Rosega se taccherave a un gatto.

ANZOLETTO:

Lassè pur che la fazza, a mi no la se tacca,

E po son tutto vostro.

GNESE:

No credo una patacca.

ANZOLETTO:

Vela qua che la vien.

GNESE:

Me scondo, me retiro.

No vôi che la me veda. Fazzo in sto mentre un ziro. (Parte.)

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License