Carlo Goldoni
Le massere

ATTO QUARTO

SCENA QUINTA

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

SCENA QUINTA

Anzoletto e detti.

 

ANZOLETTO:

Coss'è, i v'ha lassà sola?

MENEGHINA:

Cossa diseu? sior sì.

MOMOLO:

No la xe miga sola; la xe stada con mi.

ANZOLETTO:

Ti te metti in dozzena?

MENEGHINA:

Nevvero? che pissotto!

MOMOLO:

Vardè che pettegola! la m'ha magnà un daotto.

MENEGHINA:

Oh sì, grasso quel dindio!

MOMOLO:

Intanto...

ANZOLETTO:

Tasi . (A Momolo.)

Voleu che andemo a spasso? voleu che stemo qua? (A Meneghina.)

MENEGHINA:

Fazzo quel che volè; anca un poco aspettemo.

E po, se no le vien...

ANZOLETTO:

Se no le vien, andemo.

MOMOLO:

Vôi vegnir anca mi.

ANZOLETTO:

No voggio puttelezzi.

Sta da quel che ti xe.

MOMOLO:

Vôi magnar i mi bezzi.

MENEGHINA:

Vele qua, vele qua.

ANZOLETTO:

Oe, chi gh'ale? chi xeli?

MENEGHINA:

Sior Biasio!

ANZOLETTO:

Sior Zulian! oh che vecchiazzi! oh beli!

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License