Carlo Goldoni
Il medico olandese

ATTO SECONDO

SCENA SECONDA

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

SCENA SECONDA

 

Monsieur Lass, monsieur Taus, monsieur Mann, poi monsieur Paff ed il suddetto.

 

LASS

(Camminando a passo lento, fermandosi di quando in quando, leggendo un foglio; poi si pone a sedere senza dir niente)

PET.

Non abbada a nessuno. Che faccia da Catone!

Ecco qui monsieur Taus. Un altro medaglione.

TAUS

(Entra senza parlare, va alla libreria; si prende un libro, poi si pone a sedere, salutandosi con monsieur Lass senza parlare)

PET.

Oh, non s’han le parole da consumar invano.

Questi?... Si, è monsieur Mann. Par Seneca romano.

MANN

(Viene anch’esso bel bello; si pone a sedere vicino a monsieur Lass; si salutano al solito. Poi tira fuori la scatola del tabacco. Ne una presa a monsieur Lass, e ne prende per sé. Poi tira fuori di tasca un foglio, si pone gli occhiali al naso, e legge piano)

PET.

Che sia qualche ricetta? è medico egli pure,

Ma un medico soffistico, pien di caricature.

Oh, viene monsieur Paff; questi mi più noia,

Pare un greco avanzato dall’incendio di Troia.

PAFF

(Entra, e va a sedere al tavolino, e si pone a scrivere senza salutar nessuno)

PET.

Oh le belle figure! son elleno, m’impegno,

Quattro statue eccellenti per l’arte del disegno.

Vuole il ? (A monsieur Lass, quale gli fa cenno di no)

Signor no. (da sé) Vuole il ? (a monsieur Crem, che gli accenna che taccia) No, non parlo.

Vogliono il , signori? (monsieur Mann, monsieur Taus accennano di sì)

Zitto; vado a pigliarlo.

Un poveruom, che fosse mutolo di natura,

Fra questi si vedrebbe a far la sua figura. (parte)

(Restano i suddetti nella loro situazione per qualche tempo)

 

 

 

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License