Carlo Goldoni
Il medico olandese

ATTO QUINTO

SCENA ULTIMA

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

SCENA ULTIMA

 

Monsieur Bainer, monsieur Guden, madama Marianna, Carolina, poi il marchese Croccante.

 

MAR.

Oimè!

GUD.

Sciocco, indiscreto! (in atto di seguitarlo sdegnato)

BAI.

No, amico, rammentate

Di raffrenar la collera; e voi non ci badate. (a madama Marianna)

Quegli è un pazzo ostinato, medico per disgrazia.

MAR.

Mi fa morir lo stolto.

CAR.

Medico malagrazia.

BAI.

Alla cena si pensi, ché l’ora omai s’accosta.

CRO.

Amico, son venuto a prender la risposta. (a monsieur Bainer)

BAI.

Eccola qui, signore; ecco, mostrar vi voglio

L’esito fortunato, che ottenne il vostro foglio.

Voi chiedeste la sposa, io non sapea per cui:

Guden si è dichiarato, e l’ho sposata a lui.

CRO.

Come! a me sì gran torto? Preferire un mercante

A un cavalier mio pari, marchese di Croccante?

Ed io, medico ingrato, contro del mio costume

Avrò per compiacervi quasi bevuto un fiume?

Basta così; lo giuro, non tien la mia parola,

Se passo a medicarmi sotto d’un’altra scuola.

Vober finché ne ho voglia, vorinfrescarmi il petto,

Vober per ravvivarmi, vober a tuo dispetto.

E dopo aver bevuto quanto mi piace e pare,

Del torto che ricevo mi verrò a vendicare. (parte)

GUD.

Questi è quel pazzo adunque, che fu del foglio autore!

BAI.

Dell’error mio cagione.

MAR.

Oh fortunato errore!

GUD.

Spiacemi che ho sentito, ch’ei di furor s’accese.

BAI.

I pazzi non si temono qui nel nostro paese.

Pensiamo a viver lieti. Giacché la sorte amica

Uniti ha i vostri cuori, il ciel vi benedica.

Centomila fiorini sarà la vostra dote; (a madama Marianna)

Vi accetto in casa mia per figlio e per nipote.

Vedervi in altro stato nella salute io godo;

Ecco quel ch’io vi dissi, chiodo discaccia il chiodo.

Il docile consiglio la mente ha persuasa,

Ma non credea che aveste a esercitarlo in casa.

Basta, ne son contento. Il ciel per strade ignote

Il zio rende felice, non men che la nipote;

E il vostro cuor se stesso a medicare apprese,

Colla ragion per guida, dal Medico Olandese.

 

Fine della Commedia

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License