Carlo Goldoni
Il mercato di Malmantile

ATTO PRIMO

SCENA TERZA   Lena, Cecca, Berto ed altri come sopra.

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

SCENA TERZA

 

Lena, Cecca, Berto ed altri come sopra.

 

CEC.

Che cara signorina!

Tutti corron da lei.

LENA

Non v'impacciate con i fatti miei.

CEC.

Ancor io, se volessi

Far la graziosa con i compratori,

Acquistarmi potrei degli avventori.

BER.

Si vendon facilmente

I capponi, i pollastri e le galline,

Facendo il giocolin colle manine.

LENA

Via tacete, invidiosi;

Son giovine onorata,

Non sono una sfacciata.

E se mi stuzzicate niente niente...

Non mi voglio scaldar fra tanta gente.

 

Son chi son; mi maraviglio

Dir di me non si potrà,

E tacere io vi consiglio,

Che per voi meglio sarà.

Se mi dicon ch'io son bella,

Se vezzosa alcun mi appella,

Non si offende l'onestà.

La pecorella

Nel mezzo al prato

Serba illibato

Suo bel candor.

Son poverella

Ma innocentina,

Son tenerina,

Dolce di cor. (parte)

 

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License