Carlo Goldoni
Il mercato di Malmantile

ATTO SECONDO

SCENA QUARTA   Berto e la suddetta.

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

SCENA QUARTA

 

Berto e la suddetta.

 

BER.

Ho vendute tutte l'ova,

Vorrei vendere anche me.

Ma nessuna non si trova,

Che mi dica: voglio te.

 

LENA

(Ecco Berto. Costui,

Quando viene al mercato,

Procura sempre di venirmi allato). (da sé)

BER.

(Ecco qui la Lenina;

Per dir la verità, mi par bellina). (da sé)

LENA

(S'egli si dichiarasse...

Chi sa?... Ma io la prima

Non voglio essere certo a dichiararmi). (da sé)

BER.

(Siamo da maritar, voglio provarmi). (da sé)

Buon giorno, ragazzotta.

LENA

Buon , Berto.

BER.

Dove andate?

LENA

Ritorno a casa mia.

BER.

Io vi posso servir di compagnia.

LENA

No, no, me ne ricordo:

Sono con voi sdegnata,

Che mi avete testé mortificata.

BER.

Se ho detto qualche cosa

Per il governatore,

L'ho detto anch'io perché vi porto amore.

LENA

Oh certo!

BER.

In verità,

Vi voglio bene.

LENA

Andate via di qua.

BER.

Sola volete andar?

LENA

Voglio andar sola:

Già ne sono avvezzata.

Meglio sola che male accompagnata.

BER.

Ah, furbetta, furbetta.

Vi rassembra ch'io sia da disprezzare?

Ma disprezza talor chi vuol comprare.

LENA

Io non vengo a comprar, vengo per vendere.

BER.

Qualche cosa ho ancor io da poter spendere.

LENA

Se volete comprare, andate in piazza.

BER.

Voglio comprare il cor di una ragazza.

LENA

Andatelo a cercar, lo troverete.

BER.

Il vostro comprerò, se mel vendete.

LENA

Questa è una mercanzia

Che si deve comprare a casa mia.

BER.

Andiam; verrò con voi.

LENA

No, no, mia madre

M'ha detto ch'io non vada accompagnata,

Se non sono promessa o maritata.

BER.

Dunque, per non lasciarvi andar più sola,

Di volervi sposar vi do parola.

LENA

Davver?

BER.

Davver, carina.

Datemi la manina.

LENA

Signor no.

Aspettate un pochino.

BER.

Aspetterò.

LENA

(Voglio pria consigliarmi). (da sé)

BER.

Avvertite, ragazza, a non burlarmi.

Ritorno in sul mercato.

Nella solita strada

Ci troverem, caretta,

E chi primo ci va, primo si aspetta.

 

La mia sposina - Lenina sarà.

E sul mercato con me si vedrà.

Quando ti parlano, voltati in .

A chi ti cerca, rispondi così:

Questo è il mio caro

Che mi ha sposata.

Son maritata, signori sì.

Oh che contento

Che al cor mi sento!

Venga quell'ora,

Venga quel . (parte)

 

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License