Carlo Goldoni
Il mercato di Malmantile

ATTO SECONDO

SCENA DODICESIMA   La Lena con vari Contadini, e detti.

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

SCENA DODICESIMA

 

La Lena con vari Contadini, e detti.

 

LENA

Signor operatore,

Questi che qui vedete,

Da voi, se nol sapete,

Furon tutti ingannati,

E vogliono i danar che vi hanno dati.

RUB.

Non si parla così con un dottore.

BER.

Andiamo tutti dal governatore.

Io, che son della villa

Sindaco, deputato, io condurrò

Questa gente dinanzi, e parlerò.

RUB.

(Ah, son precipitato.

Di qua me ne anderei,

Ma Brigida lasciare io non vorrei). (da sé)

LENA

Voi avete operato

Con arte e con malizia.

BER.

Andiamo pur, vi farò far giustizia. (ai Contadini)

RUB.

Amico, un forestiere

Non trattate così; bella ragazza,

Non mi precipitate.

Tutto per voi farò quel che bramate.

 

Se siete bella, siate buonina;

Per voi, carina... tutto vuò far.

Berto gentile, Berto grazioso,

No, non mi fate precipitar.

Che non mi sentano,

Che non mi vedano:

Queste monete vi vuò donar.

Anime ingrate, - le ricusate?

Perfidi, andate, - non vuò tremar.

(Brigida cara, Brigida bella!

Posso da quella - tutto sperar). (da sé)

Gente villana, - gente inumana,

Sono il dottore, - l'operatore.

Di voi non voglio più paventar. (parte)

 

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License