Carlo Goldoni
L'amante militare

ATTO PRIMO

SCENA TERZA

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

SCENA TERZA

 

Don Alonso e Rosaura

 

ROS. Ah, don Alonso...

ALON. Lasciatemi.

ROS. Deh, se mi amate...

ALON. Lasciatemi, dico.

ROS. La vostra vita...

ALON. È difesa dalla mia spada.

ROS. Oh cieli! Non vi cimentate.

ALON. L’onor mio... l’onor vostro...

ROS. Non può ripararsi altrimenti?

ALON. Vuò lavarne la macchia col sangue del temerario.

ROS. Potete spargere il vostro.

ALON. Si sparga, ma si vendichi l’onta.

ROS. No, caro...

ALON. Ah!... Rosaura... trattenere non posso gli stimoli dell’ira mia. (parte)

ROS. Numi, a voi raccomando la vita dell’idol mio.

 

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License