Carlo Goldoni
Le morbinose

ATTO QUARTO

SCENA TERZA

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

SCENA TERZA

Lucietta e Bettina travestite da ortolanelle, e dette.

Lucietta e Bettina fanno riverenza e vari cenni, senza parlare.

 

MARINETTA:

Mascherette!

FELICE:

Pulito! Vardè che figurazza!

MARINETTA:

Andeu a spasso? Brave.

FELICE:

Gh'è della zente in Piazza?

MARINETTA:

Gh'aveu omeni? No?

FELICE:

Seu maridae? Seu pute?

MARINETTA:

Disè, cossa vol dir che no parlè? Seu mute?

FELICE:

Tolèvene, patrone, infina che podè.

MARINETTA:

Mo via, desmaschereve. No? no volè? perché?

Mi no so cossa dir, ve podè comodar.

Me despiase che adesso xe ora de disnar.

FELICE:

Oe, mascare, alle curte desmaschereve, o via.

No volè andar? Me piase.

MARINETTA:

Mi no so chi le sia.

Me par che quella mascara se doveria cavar.

FELICE:

Ve l'oi da dir in musica? Nu volemo disnar.

MARINETTA:

La xe un poco longhetta. Ridè? Brave. E cussì?

Voleu che andemo a tola?

LUCIETTA:

Vegno a tola anca mi. (Smascherandosi.)

FELICE:

Oh oh, Lucietta! Brava. Xela Bettina quela?

BETTINA:

Siora sì. (Smascherandosi.)

FELICE:

Mo co brava! Che bella ortolanela!

MARINETTA:

Aveu disnà?

LUCIETTA:

Disnà? Vegno a disnar con vu.

MARINETTA:

Dasseno?

LUCIETTA:

dasseno.

FELICE:

Saremo in do de più.

MARINETTA:

(Le vien mo giusto ancuo, per intrigarme i bisi).

LUCIETTA:

Gh'ho una fame che inspirito; fe metter suso i risi.

MARINETTA:

Gh'avè fame? Stè fresca! No ghe xe squasi gnente.

LUCIETTA:

No stè a far cerimonie, magnemo allegramente.

BETTINA:

Xe stà qua Bortoletto?

MARINETTA:

Sì ben, el ghe xe stà.

FELICE:

Gh'avemo da intender cento bestialità.

BETTINA:

De cossa?

MARINETTA:

Vien sior'àmia.

FELICE:

Zitto, zitto, tasemo.

Lassè pur che la vegna, vôi che se la godemo.

MARINETTA:

(Gh'ho rabbia che le sappia che ghe xe qua el foresto.

Bisognerà che pensa trovar qualche pretesto). (Da sé.)

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License