Carlo Goldoni
Le morbinose

ATTO QUARTO

SCENA QUARTA

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

SCENA QUARTA

 

Silvestra e detti.

 

SILVESTRA:

Son qua, che i metta in tola.

MARINETTA:

Oe, avvisè de . (Ad un servitore.)

SILVESTRA:

Dove xe el forestier?

FELICE:

Oe, el forestier xe andà.

SILVESTRA:

Cossa diseu?

FELICE:

Dasseno. El gh'aveva da far.

L'ha visto che vien tardi, e l'ha volesto andar.

SILVESTRA:

No i la fenisse mai ste carogne in cusina.

Vôi cazzar via la cuoga, vôi cazzar via Tonina.

Tutti vôi cazzar via. Sempre la xe cussì.

Se xe andà via el foresto, voggio andar via anca mi.

MARINETTA:

Eh via, no la ghe bada...

FELICE:

(Lassè che la se instizza). (Piano a Marinetta.)

SILVESTRA:

Oh mi! con poche legne el mio camin se impizza.

LUCIETTA:

Coss'è, siora Silvestra?

SILVESTRA:

Chi seu vu?

LUCIETTA:

Son Lucietta

No me cognossè più?

SILVESTRA:

E quella?

LUCIETTA:

Mia fia Betta.

FELICE:

Vedèu, siora Silvestra? Se no ghel forestier,

In pe de uno a tola ghe n'averemo un per.

SILVESTRA:

Sto scambio no me comoda. Che i lo vaga a cercar.

Voggio che l'aspettemo, e no s'ha da disnar.

BETTINA:

Andemo, siora mare. Vardè che bel sesto!

LUCIETTA:

Chi aspèttela, Felice?

FELICE:

L'aspetta quel foresto,

Sior Ferdinando.

LUCIETTA:

Oh caspita! gièrelo vegnù qua?

MARINETTA:

La l'ha menà qua ella. (Accennando Silvestra.)

LUCIETTA:

Eh via.

SILVESTRA:

Cossa xe stà?

Xela una maraveggia? Certo, patrona

Se nol savè, vel digo el spàsema per mi.

Lo so che per invidia i l'ha fatto andar via

Ma voggio che el ghe torna, sì per diana de dia.

Anemo, con chi parlio? andèmelo a cercar. (Ad un Servitore.)

Voggio star al balcon, se credo de crepar. (Parte.)

FELICE:

Mo no xela da rider.

MARINETTA:

(Vardo, che nol se veda). (A Felice.)

FELICE:

(El deve far qualcossa. Lassémo che lal creda). (a Marinetta.)

BETTINA:

Se vien sto forestier, andemo via.

LUCIETTA:

Perché?

Se el vien, lassa che el vegna. Che bisogno ghe xe?

Quel sior l'è giusto bon per una vecchia matta.

Uno pezo de ello, no credo che se catta.

MARINETTA:

Come parleu, Lucietta?

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License