Carlo Goldoni
Il negligente

ATTO SECONDO

SCENA SETTIMA   Dorindo, poi Lisaura

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

SCENA SETTIMA

 

Dorindo, poi Lisaura

 

DOR.

Sentimi, non è ver... Quasi mi spiace

Aver dato al meschingran cordoglio.

So per prova qual sia

Il tormento crudel di gelosia.

Ma ecco la mia bella,

Che a beare mi vien cogli occhi suoi.

LIS.

Dorindo, eccomi a voi.

DOR.

Cara Lisaura,

Tutti siamo traditi. Ho discoperta

Una barbara trama:

Di spogliar Filiberto oggi si brama.

Cornelio, il Conte e ser Imbroglio uniti,

Al vostro genitor fanno la lite.

Dimani si farà l'aggiustamento,

E il caro negligente

A Cornelio cornuto,

Ch'è l'impostor più franco,

Ha dato un foglio sottoscritto in bianco.

LIS.

Donde sapeste ciò?

DOR.

Da uno scrivano

Di ser Imbroglio, che a pietà s'è mosso

E di voi e di me. Quello che stese

La scrittura per noi del matrimonio.

LIS.

Adunque, che sarà?

DOR.

Già ho rimediato.

Vuò che l'ingannator resti ingannato.

LIS.

Come mai?

DOR.

Sol mi basta

Che al vostro genitore

Sottoscriver facciate questa carta. (cava dalla tasca un foglio)

S'egli, ch'è negligente,

Senza leggerlo prima,

Oggi soscrive il foglio,

Scherniremo Cornelio e ser Imbroglio.

LIS.

Tutto per voi farò. Già il padre mio

Si contenta che io

Vi prenda per mio sposo.

DOR.

E questo è bene.

Profittarsi conviene

Della sua negligenza.

Ditegli che la carta

Contien di nostre nozze il sol contratto.

Ei vi metta il suo nome, e il colpo è fatto.

LIS.

Non vorrei d'un inganno

Esser tacciata poi.

DOR.

Non dubitate.

Questa è l'ultima moda:

L'inganno, se va bene, ancor si loda.

 

Pria ritornare al fonte

Vedrai torrente altero,

Che all'amor mio sincero,

Che alla mia costante,

Tempre vedrai cangiar.

Né per ingiurie ed onte

D'avversa iniqua stella,

Questo mio core amante

Della sua fiamma bella

Mai si potrà scordar. (parte)

 

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License