Carlo Goldoni
Le nozze

ATTO SECONDO

SCENA SETTIMA   Titta e detti

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

SCENA SETTIMA

 

Titta e detti.

 

TITTA

Signor.

CON.

Sei tu disposto

Ora qui a maritarti?

TITTA

Sì, signore.

DOR.

Ma io non vuò sposarti.

TITTA

Pronte ha sempre il mio cor le voglie sue,

Ma questa cosa s'ha da fare in due.

CON.

Dorina, in mia presenza

Porgi a Titta la man.

DOR.

Con sua licenza. (vuol partire)

CON.

Di qui non partirai se non lo sposi.

DOR.

Senti, se ti pigliassi

A forza per marito,

Vorrei dopo tre farti pentito. (a Titta)

TITTA

Davver?

CON.

Non le badate.

TITTA

Non vorrei che m'avesse a spennacchiare.

 

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License