Carlo Goldoni
Le nozze

ATTO TERZO

SCENA NONA   Masotto e Dorina

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

SCENA NONA

 

Masotto e Dorina

 

MAS.

Son certo, son certissimo

Ch'egli la sposerà. Mancami adesso

Concludere con me

Le nozze e con Dorina... Eccola, affé.

DOR.

Dica, signor fattore,

Questo bell'apparecchio che ha ordinato,

Per chi è mai preparato?

MAS.

Per voi, Dorina cara:

Tutto, tutto per voi qui si prepara.

DOR.

Per me? Lo sposo mio

Chi sarà poi? L'ho da sapere anch'io.

MAS.

Lo sapete, furbetta,

E vel ridico ancora:

Sposo sarà Masotto che v'adora.

DOR.

Risponde la furbetta

Che sposata da lui sarà Livietta.

MAS.

Perchè?

DOR.

Perché ho sentito

E ho veduto, signor, quanto mi basta.

MAS.

Oh, questo è un altro dimenar di pasta.

Livietta è ver che vuole

Maritarsi, ma io...

DOR.

Non più parole;

Sentite ho l'espressioni

Tenere, delicate...

MAS.

Dorina, v'ingannate;

Quelle espression non hanno

Per me verun costrutto.

DOR.

Andate via di qua che già so tutto.

MAS.

Credetemi, Dorina...

DOR.

Razzaccia malandrina,

Bella azione è cotesta?

Perché venirmi a rompere la testa?

MAS.

Ma non andate in collera;

Sentite la ragione.

DOR.

Andate via di qua; siete un briccone.

MAS.

Bene, me n'anderò: la riverisco. (in atto di partire)

DOR.

(Mi dispiace, per altro).

MAS.

(Io vi patisco).

DOR.

(Chi mai l'avrebbe detto?)

MAS.

(Chi creduto l'avria?)

DOR.

(Masotto traditor?)

MAS.

Signora mia,

Eccomi; m'ha chiamato?

DOR.

Signor no.

MAS.

Dunque me n'anderò.

DOR.

Chi vi trattiene?

MAS.

(Ah, mi sento morir!)

DOR.

(Mi sento in pene).

MAS.

Donne, donne, e poi donne.

DOR.

Uomini, e poi non più.

MAS.

Compassion non vi fu, ne vi sarà.

DOR.

Non occorre sperar più fedeltà.

MAS.

Ma io vi sono stato,

E vi sono fedel.

DOR.

Siete un ingrato.

 

Perché mai parlar d'amore

Principiaste a questo core,

Per doverlo abbandonar?

MAS.

Perché, o cara, in questo petto

Dubitate che l'affetto

Per voi possa mai cangiar?

DOR.

Traditor.

MAS.

No, non è vero.

DOR.

Menzogner.

MAS.

No, son sincero.

DOR.

Siete finto, signor sì.

L'ho sentita a dir così:

Vi sarò grata

Per fin ch'io viva,

Per voi beata,

Contenta ognor.

MAS.

Non lo dicea per me.

DOR.

Ve lo dicea perché?

MAS.

È di Titta innamorata:

La vedrete a lui sposata,

Ve lo giuro per mia .

DOR.

Se fosse così... (con tenerezza)

MAS.

Credetelo, sì.

DOR.

Masotto è per me.

MAS.

Masotto è per te.

DOR.

Tu - tutto per me,

MAS.

Io - tutto per te.

a due

Amore mi fa...

Contento mi ...

Mie viscere, ah!

Andiamo, - che siamo

Felici davver. (partono)

 

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License