Carlo Goldoni
Ircana in Ispaan

ATTO TERZO

Scena Sesta. Machmut dalla porta con la spada alla mano

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

Scena Sesta. Machmut dalla porta con la spada alla mano

 

MACHMUT: Figlio, mio caro figlio, ahimè, tu sei perduto,

E neghittoso il padre tardo ti reca aiuto.

Ma chi restar doveva a custodir le mura

Per render la famiglia dal barbaro sicura?

Troppo ti rese ardito la sposa tua furente;

Attendere dovevi soccorso sufficiente,

Senza arrischiar te stesso dell'inimico a fronte,

Senza espor la tua vita alle ferite, all'onte.

Vano è il seguirti omai, misero padre e lasso.

Pure l'amor mi sprona...(in atto di partire)

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License