Carlo Goldoni
Ircana in Ispaan

ATTO TERZO

Scena Undicesima. Machmut, Alý, Tamas, Ircana

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

Scena Undicesima. Machmut, Alì, Tamas, Ircana

 

MACHMUT: Non più fra noi discordie; lungi lo stile audace.

Regni fra noi l'amore, regni fra noi la pace.

Andiam, figlio.

IRCANA: Signore, scusa, vorrei con esso

Sola restar. (a Machmut)

MACHMUT: Nol niego. Resta alla sposa appresso.

Ah non so dir qual astro per te, per essa, in cuore

Abbia in amortosto cambiato il mio furore.

Convien dir che la forza del prossimo periglio

M'abbia ad amar costretto chi mi sedusse il figlio. (parte)

ALÌ: Tamas, con noi ritorna, non ci lasciar così.

IRCANA: Alì, lasciaci soli.

TAMAS: Deh non partire, Alì.

IRCANA: Per consolar la sposa, il caro amico attendi?(ad Alì)

ALÌ: Il tuo soverchio ardire a moderare apprendi.(parte)

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License