Carlo Goldoni
Ircana in Julfa

ATTO TERZO

Scena Ottava. Demetrio solo

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

Scena Ottava. Demetrio solo

 

DEMETRIO È ver, perdemmo il regno ed ogni altro splendore,

Ma non l'antico nome, non la fama, il valore.

L'oltraggio della sorte, il mio destin sopporto;

Ma non soffrirò mai da chi m'insulta un torto.

Merta Ircana pietade, e seco usar la voglio;

Serba in questo il mio cuore giustizia, e non orgoglio.

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License