Carlo Goldoni
Pamela maritata

ATTO PRIMO

SCENA SECONDA   Isacco e detti

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

SCENA SECONDA

 

Isacco e detti.

 

ISAC. Miledi.

PAM. Che cosa c'è?

ISAC. Un'imbasciata.

PAM. Qualche visita?

ISAC. Sì, miledi.

PAM. Vi ho pur detto, che stamane non vuò ricevere nessuno.

ISAC. Ne ho licenziato sei; il settimo non vuol partire.

PAM. E chi è questi?

ISAC. Il cavaliere Ernold.

PAM. Quegli appunto, che più d'ogni altro mi annoia. Ditegli che perdoni, che ho qualche cosa che mi occupa, che per oggi non lo posso ricevere.

ISAC. Sì, signora. (va per partire, e s'incontra col cavaliere, da cui riceve un urto violente, e parte)

 

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License