Carlo Goldoni
Pamela maritata

ATTO PRIMO

SCENA QUINDICESIMA   Milord Bonfil solo

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

SCENA QUINDICESIMA

 

Milord Bonfil solo.

 

BONF. Pamela scrive una lettera a milord Artur? senza dirmelo? per qual ragione? Aprasi questo foglio. Mi trema la mano; mi batte il cuore. Preveggo la mia rovina. (apre e legge) Milord. Mio marito mi ordina improvvisamente portarmi con lui alla contea di Lincoln. È necessario ch'ella lo partecipi a milord Artur? Che confidenza? Che interessatezza ha con lui? Voi sapete ch'io lascio in Londra la miglior parte di me medesima... Come! non sono io la parte più tenera del di lei cuore? Chi mi usurpa quel posto, che per tanti titoli mi conviene? E mi consola soltanto la vostra bontà, in cui unicamente confido. Ah, mi tradiscono gli scellerati. Non mi spiego più chiaramente, per non affidare alla carta un segretorilevante... No, non permette il cielo che colpe simili stiano lungamente occulte. Voi sapete il concerto nostro di questa mane... (Ah perfida!) e spero che, a tenor del medesimo, vi regolerete con calore e prudenza. Se verrete alla contea di Lincoln a recarmi qualche consolazione, terminerò di penare. Mi sento ardere; non posso più. Mio marito vi vedrà volentieri. Sì, perfida, il mio buon cuore non mi farà conoscere un mio rivale? Ma che dico un rivale? un empio profanatore del decoro e dell'amicizia. Ingratissima donna... E sarà possibile che la mia Pamela sia ingrata? Sì, pur troppo, non vi è più ragione per dubitare. Non ho voluto credere al cavaliere, non ho voluto credere a mia sorella; Jevre è d'accordo; Artur è mendace, Pamela è infida. Ma quei tremori, quei pianti, quelle dolci parole?... Eh, simili inganni non sono insoliti in una donna. Quella è più brava, che sa più fingere; ma io saprò smascherar la menzogna, punir la frode, e vendicare l'infedeltà. Sì, la farò morire... Chi? Pamela? Pamela? morirà Pamela? Morirò nel dirlo, e sentomi morir nel pensarlo. (parte)


 

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License