Carlo Goldoni
Pamela maritata

ATTO TERZO

SCENA SETTIMA   Miledi Daure e il cavaliere Ernold

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

SCENA SETTIMA

 

Miledi Daure e il cavaliere Ernold

 

MIL. Lo sentite l'uomo bestiale?

ERN. Che cosa dite voi di pistola?

MIL. Credete ch'io non lo sappia quel che è seguito in giardino?

ERN. Male. Mi dispiace infinitamente che lo sappiate.

MIL. Che male è ch'io lo sappia?

ERN. Cara miledi, siete prudente, ma siete donna.

MIL. E che vorreste dire perciò?

ERN. Che non potrete tacere.

MIL. Questo è un torto, che voi mi fate. Son nata inglese.

ERN. Non pretendo pregiudicarvi. Conosco la debolezza del sesso. Poco più, poco meno, le donne sono le medesime da per tutto. Io, che ho viaggiato, le ho trovate simili in ogni clima.

 

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License