Carlo Goldoni
Pamela nubile

ATTO PRIMO

SCENA XI   Monsieur Longman e detto

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

SCENA XI

 

Monsieur Longman e detto.

 

LON. Signore?

BON. Voglio andare alla contea di Lincoln.

LON. Farò provvedere.

BON. Voi verrete meco.

LON. Come comandate.

BON. Verranno Gionata e Isacco.

LON. Sì, signore.

BON. Dite a madama Jevre che venga ella pure.

LON. Verrà anche Pamela?

BON. No.

LON. Poverina! Resterà qui sola?

BON. Ah buon vecchio, vi ho capito. Pamela non vi dispiace.

LON. (da ) (Ah, se non avessi questi capelli canuti!)

BON. Pamela se n'anderà.

LON. Dove?

BON. Con Miledi mia sorella.

LON. Povera sventurata!

BON. Perchè sventurata?

LON. Miledi Daure? Ah! Sapete chi è.

BON. Ma che ne dite? Pamela non è gentile?

LON. È carina, carina.

BON. È una bellezza particolare.

LON. Ah, se non fossivecchio...

BON. Andate.

LON. Signore, non la sagrificate con Miledi.

BON. (alterato) Andate.

LON. Vado.

BON. Preparate.

LON. Sì signore. (parte)

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License