Carlo Goldoni
Pamela nubile

ATTO PRIMO

SCENA XIX   Miledi, Madama Jevre e detta

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

SCENA XIX

 

Miledi, Madama Jevre e detta.

 

MIL. Pamela.

PAM. Signora.

MIL. Finalmente Milord mio fratello accorda che tu venga a stare con me. Preparati, che or ora ti condurrò meco colla carrozza.

PAM. (Oimè!) Poco vi vuole a prepararmi.

MIL. Ci verrai volentieri?

PAM. Ascriverò a mia fortuna l'onor di servirvi.

MIL. Assicúrati, che ti vorrò bene.

PAM. Sarà effetto della vostra bontà.

JEV. (Povera Pamela!) (piange)

PAM. (a Jevre) Madama, che avete voi, che piangete?

JEV. Cara Pamela, non posso vedervi da me partire, senza piangere amaramente.

PAM. Spero che la mia padrona permetterà che venghiate qualche volta a vedermi.

JEV. E voi non verrete da me?

PAM. No, madama, non ci verrò.

JEV. Ma perchè, cara, perchè?

PAM. Perchè non voglio abbandonare la mia padrona.

MIL. Se tu sarai amorosa meco, io sarò amorosa con te.

PAM. Vi servirò con tutta la mia attenzione.

MIL. Via dunque, Pamela, andiamo. Madama Jevre ti manderà poscia i tuoi abiti e la tua biancheria.

PAM. Son rassegnata a obbedirvi. (Oh Dio!) (piange)

MIL. Che hai? Tu piangi?

PAM. Madama Jevre, vi ringrazio della bontà che avete avuta per me. Il cielo vi rimeriti tutto il bene che mi avete fatto. Vi domando perdono, se qualche dispiacere vi avessi dato. Vogliatemi bene, e pregate il cielo per me.

JEV. Oh Dio! Mi si spezza il cuore, non posso più.

MIL. Pamela, più che stai qui, più ti tormenti. Andiamo che in casa mia avrai motivo di rallegrarti. È venuto mio nipote, dopo un viaggio di cinque anni. Egli è pieno di brio; egli è affabile con chicchessia, ha condotto seco dei servitori di varie nazioni, e dopo la sua venuta, la mia casa pare trasportata in Parigi.

PAM. Spero che il cavaliere vostro nipote non avrà a domesticarsi con me.

MIL. Orsù andiamo, non perdiamo inutilmente il tempo.

JEV. Non volete restare a pranzo con vostro fratello?

MIL. No, mi preme condurre a casa Pamela.

PAM. Signora, che dirà il mio padrone, se parto così villanamente senza baciargli la mano?

MIL. Vieni meco, passeremo dal suo appartamento.

JEV. Eccolo, ch'egli viene alla volta nostra.

PAM. (Oh Dio! Tremo tutta, il sangue mi si gela nelle vene.)

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License