Carlo Goldoni
Pamela nubile

ATTO SECONDO

SCENA VIII   Madama Jevre e detti

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

SCENA VIII

 

Madama Jevre e detti.

 

JEV. Signore.

BON. Sentite. (la tira in disparte) Io parto: da qui a tre giorni ritorno. Vi raccomando Pamela.

JEV. Non deve andar da suo padre?

BON. No, vi anderà quando torno.

JEV. Ma ella vuol andare assolutamente.

BON. Giuro, che se voi la lasciate partire, la vostra vita la pagherà.

JEV. Dunque...

BON. M'avete inteso.

JEV. Le dirò...

BON. (adirato) Andate via.

JEV. (Oh che diavolo di uomo!) (parte)

ART. Milord, voi siete molto adirato.

BON. Andiamo.

ART. Siete risoluto di venir ora?

BON. Sì.

ART. Mi obbligate infinitamente. (Spero più facilmente illuminarlo, lontano dalla causa del suo accecamento.) (parte)

BON. (chiama) Jevre.

JEV. (sulla porta) Eccomi qui.

BON. Se Pamela parte, povera voi. (parte)

JEV. Vivano i pazzi. Pamela, uscite. Uscite, vi dico, che se n'è andato.

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License