Carlo Goldoni
Pamela nubile

ATTO TERZO

SCENA PRIMA   Milord Bonfil, Madama Jevre e Isacco. Isacco colla spada e bastone di Milord,

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

ATTO TERZO

 

SCENA PRIMA

 

Milord Bonfil, Madama Jevre e Isacco. Isacco colla spada e bastone di Milord,

cui ripone sul tavolino.

 

BON. Come! Il cavaliere Ernold ha maltrattata Pamela?

JEV. Ha perduto il rispetto a lei, l'ha perduto a me, e l'ha perduto alla vostra casa.

BON. Temerario!

JEV. Signore, come vi sentite?

BON. Dov'è Pamela?

JEV. Ella sarà nella mia camera.

BON. Lo sa ch'io sono ritornato in città?

JEV. Lo sa, ed ha preso il vostro ritorno per una provvidenza del cielo.

BON. Per qual ragione?

JEV. Perchè si è liberata dalle persecuzioni del cavaliere.

BON. Ah cavaliere indegno! Morirà, giuro al cielo, sì, morirà.

ISAC. Signore.

BON. Che vuoi?

ISAC. Il cavaliere Ernold vorrebbe riverirvi.

BON. (corre furioso a prendere la spada, e denudandola corre verso la porta, Jevre ed Isacco intimoriti fuggono, e Milord va per uscire di camera)

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License