Carlo Goldoni
Pamela nubile

ATTO TERZO

SCENA XI   Andreuve e detti

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

SCENA XI

 

Andreuve e detti.

 

AND. Figlia, dove ten vai?

PAM. Ah! padre, andiamo subito per carità.

AND. Dove?

PAM. Lungi da questa casa.

AND. Per qual cagione?

PAM. Il padrone m'insidia.

AND. Milord?

PAM. Sì, egli stesso.

AND. Sai tu chi sia Milord?

PAM. Sì, lo so, è il mio padrone. Ma oramai...

AND. No, Milord è il tuo sposo.

PAM. Oh Dio! Padre, che dite mai?

AND. Sì, figlia, ecco l'arcano che svelar ti dovea. Io sono il conte d'Auspingh, tu sei mia figlia. Le mie disavventure mi hanno confinato in un bosco, ma non hanno cambiato nelle mie vene quel sangue che a te diede la vita.

PAM. Oimè! Lo posso credere?

AND. Credilo all'età mia cadente, credilo a queste lagrime di tenerezza, che m'inondano il petto.

BON. Pamela, rivolgetevi una volta anche a me.

PAM. Oh Dio! Che è mai questo nuovo tremore, che mi assale le membra? Ah, che vuol dir questo gelo, che mi circonda le vene? Oimè, come dal gelo si passa al fuoco! Io mi sento ardere, io mi sento morire.

BON. Via, cara, accomodate l'animo vostro ad una fortuna che per tanti titoli meritate.

PAM. Signore, vi prego per carità, lasciatemi ritirare per un momento. Non mi assalite tutt'ad un tratto con tante gioje, ognuna delle quali avrebbe forza di farmi morire.

BON. Sì, bell'idolo mio, prendete fiato. Ritiratevi pure nel mio appartamento.

PAM. Padre, non mi abbandonate. (parte)

AND. Eccomi, cara figlia, sono con te. Signore, permettetemi

BON. Sì, consolatela, disponetela a non mirarmi più con timore.

AND. Eh Milord, farete più voi con due parole, di quello possa far io con cento. (parte)

BON. Ah, che la virtù di Pamela dovea farmi avvertito che abietto il di lei sangue non fosse!

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License