Carlo Goldoni
Pamela nubile

ATTO TERZO

SCENA XVII   Il Cavaliere Ernold, e detti

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

SCENA XVII

 

Il Cavaliere Ernold, e detti.

 

ERN. Milord, io ho sentito nell'anticamera delle cose straordinarie; delle cose che m'hanno inondato il cuore di giubilo. Viva la vostra sposa, viva la contessa d'Auspingh! Deh! permettetemi, Madama, che in attestato del mio rispetto vi baci umilmente la mano.

PAM. Signore, questo complimento secondo me non si usa.

ERN. Oh perdonatemi, io che ho viaggiato, non ho ritrovatofacilmente chi abbia negata a' miei labbri la mano.

PAM. Tutto quello che dalla gente si fa, non è sempre ben fatto.

ERN. Baciar la mano è un atto di rispetto.

PAM. È vero, lo fanno i figli coi genitori e i servi coi loro padroni.

ERN. Voi siete la mia sovrana.

BON. Cavaliere, basta così.

ERN. Eh! Milord, tanto è lontano ch'io voglia spiacervi, che anzi dei dispiaceri dativi senza pensare, vi chieggo scusa.

BON. Prima di operare, pensate, se non volete aver il rossore di chiedere scusa.

ERN. Procurerò di ritornar Inglese.

BON. Cara sposa, andiamo a consolare del tutto il vostro buon genitore. Venite a prendere il possesso, come padrona, in quella casa in cui soffriste di vivere come serva.

PAM. Nel passare che io fo dal grado di serva a quel di padrona, credetemi che non mi sento a' fianchi la superbia, l'ambizione. Ah! signore, osservate che voi solo siete quello che mi rende felice; e apprezzo l'origine de' miei natali, quanto ella vale a farmi conseguire la vostra mano, senza il rossore di vedervi per me avvilito. Apprenda il mondo, che la Virtù non perisce; ch'ella combatte, e si affanna; ma finalmente abbatte e vince, e gloriosamente trionfa.

 

 

Fine della Commedia.

 

>


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License