Carlo Goldoni
Il paese della cuccagna

ATTO PRIMO

SCENA TERZA   Pandolino, poi Pollastrina

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

SCENA TERZA

 

Pandolino, poi Pollastrina

 

PAND.

Chi m'insegna Pollastrina?

POLL.

Chi m'insegna Pandolino?

PAND.

Se più vive, poverina?

POLL.

O se morto è in mezzo al mar?

(Vanno smaniando per la scena, poi si scoprono e si riconoscono)

 

POLL.

Pandolin!

PAND.

Pollastrina!

POLL.    

Idolo mio!

PAND.

Tu sei qui? Tu sei viva?

POLL.

Tu non sei naufragato?

a due

Evviva, evviva!

PAND.

Tua madre?

POLL.

Oh sventurata!

PAND.

Tuo fratello?

POLL.

Oh meschino!

Li ho veduti andar giù,

E non li ho più veduti a tornar su.

PAND.

Come ti sei salvata?

POLL.

Io mi son attaccata

A un bravo marinaio,

Ed egli semiviva

M'ha condotta del mar in sulla riva.

PAND.

E il marinaro poi,

Così tra viva e morta,

Ti ha fatto nulla?

POLL.

Il diavol che ti porta.

E tu come sei giunto a salvamento?

PAND.

Anch'io per un portento.

Ero quasi del mar andato al fondo,

Quando per mia fortuna

Una rete trovai,

E dentro della stessa io m'intricai.

I pescator, sentendo

Il gran peso, e credendo

D'aver un buon boccone,

M'hanno tirato su per un sturione.

POLL.

Grazie al cielo, siam vivi.

Ma qui cosa faremo?

E di che viveremo?

PAND.

Questo è il punto.

Non conosco il paese,

Non so dove addrizzarmi,

E la fame principia a tormentarmi.

POLL.

Non si vede una casa, una capanna.

PAND.

Ecco gente, ecco gente.

POLL.

Oimè! chi sarà mai?

PAND.

Sia chi esser si voglia:

Siano ladri, corsari o malandrini,

Già nella tasca mia non ho quattrini.

POLL.

Dunque, per quel ch'io sento,

Noi siamo a mal partito.

PAND.

Manca il denaro, e cresce l'appetito.

 

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License