Carlo Goldoni
Il paese della cuccagna

ATTO TERZO

SCENA SECONDA † Camera di Pandolino e Pollastrina. † Pandolino in veste da camera da una parte, Pollastrina in disabigliť dall'altra; poi Compagnone con Servi

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

SCENA SECONDA

 

Camera di Pandolino e Pollastrina.

 

Pandolino in veste da camera da una parte, Pollastrina in disabiglié dall'altra; poi Compagnone con Servi.

 

PAND.

Ben levata, signora consorte.

POLL.

Ben levato, il mio caro marito. (s'incontrano)

PAND.

Ha dormito?

POLL.

Sì, signore.

PAND.

Mi rallegro.

POLL.

Ed io con lei.

PAND:

Grazie, grazie.

POLL.

Ben obbligata.

COMP.

Ecco, signori miei, la cioccolata. (Servi portano tre cioccolate)

POLL.

Che grazie, che finezze!

Queste son politezze!

COMP.

Via, sediamo.

POLL.

Come comanda lei. (siedono)

PAND.

(Io piuttosto un cappon mi mangerei). (da sé)

COMP.

Sedete ancora voi. (a Pandolino)

PAND.

Con sua licenza;

Ma non dubiti, so la convenienza.

(tira la sedia lontana da loro, e siede in modo che poco li vede)

COMP.

Questo vostro marito

A imparar i costumi è stato lesto.

POLL.

Queste usanze, signor, s'imparan presto.

(I Servi portano la cioccolata a Pandolino)

PAND.

Obbligato, signori,

Questa roba non serve

Per lo stomaco mio.

 

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License