Carlo Goldoni
Il padre per amore

ATTO PRIMO

SCENA TERZA   Don Fernando e Beltrame

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

SCENA TERZA

 

Don Fernando e Beltrame.

 

FER.

Udisti il Cavaliere? Parla di suo germano

Che a una dama in Messina promessa avea la mano.

Non sa che il Duca istesso a me lo ha confidato,

Non sa che col mio mezzo fu sciolto e liberato,

E che, per la mia figlia se nutre un vero affetto,

Può sperar di ottenerla, distrutto un tale obbietto.

Lo stesso don Luigi non l'ha saputo ancora,

Venute di Sicilia le lettere già un'ora.

E pria ch'egli lo sappia, vuò esaminar quel core,

Assicurarmi io voglio, se spento è il primo amore.

BEL.

Donna Isabella e il Duca si amano tutti due;

E ognuno a maraviglia sa far le parti sue.

Don Luigi sorride, quando la dama il mira,

E quando egli la guarda, la giovane sospira.

Vuol dir, quand'ei sorride: Provo in amor diletto.

Sospirando ella dice: Ah, quel momento aspetto.

 

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License