Carlo Goldoni
Il padre per amore

ATTO QUINTO

SCENA DECIMA   Donna Isabella correndo affannata e piangente, Donna Placida che tenta di arrestarla, e detti

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

SCENA DECIMA

 

Donna Isabella correndo affannata e piangente, Donna Placida che tenta di arrestarla, e detti.

 

PLA.

Figlia, figlia, arrestatevi.

FER.

Qual dolor la trasporta?

ISA.

Misera me!

FER.

Che avvenne?

ISA.

Misera me! son morta.

FER.

Ah, perché alla fanciulla comunicar le offese? (a donna Placida)

PLA.

Signor, dalla famiglia a pubblicarle intese.

LUI.

Siam perduti, signore.

FER.

Povera sventurata!

ISA.

Padre mio! Caro sposo! Oh Dei, son disperata.

 

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License