Carlo Goldoni
Le pescatrici

ATTO PRIMO

SCENA TREDICESIMA   Nerina, Lesbina, Burlotto e Frisellino

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

SCENA TREDICESIMA

 

Nerina, Lesbina, Burlotto e Frisellino

 

 

BURL.

Chi mai sarà colei

Che diverrà sovrana? (a Nerina)

 

 

NER.

Io credo ch'ella sia poco lontana.

 

 

FRIS.

E tu, Lesbina mia,

Credi ch'ella a scoprir s'abbia a drittura?

 

 

LESB.

Certamente il mio cor me n'assicura.

 

 

BURL.

Crediam che sia Lisetta?

 

 

NER.

Oibò, quella fraschetta!

 

 

FRIS.

Che sia forse Lindora?

 

 

LESB.

Oibò, che sozza mora!

 

 

BURL.

Eurilda esser potria.

 

 

FRIS.

Certo, lo dico anch'io.

 

 

NER.

Non ha niente del grande.

 

 

LESB.

Non ha brio.

 

 

BURL.

Fosse Lilla?

 

 

NER.

È una sciocca.

 

 

FRIS.

Fosse Lisaura?

 

 

LESB.

È stolta.

 

 

BURL.

Altre non so vedere.

 

 

FRIS.

Altre non trovo

Che mertino un tal dono.

 

 

NER.

Vi son io, signorino.

 

 

LESB.

Ed io vi sono.

 

 

 

BURL.

Principessa, a voi mi prostro.

 

 

FRIS.

Mia sovrana, a voi m'inchino.

 

 

NER.

Poverello.

 

 

LESB.

Poverino.

 

 

a due

Il mio grado si saprà.

 

 

BURL.

Ma Burlotto, il fido amante?

 

 

NER.

Ma Burlotto è pescatore.

 

 

FRIS.

Frisellin, che fu costante?

 

 

LESB.

Frisellin non è signore.

 

 

BURL.

} a due

Oh disgrazia malandrina!

Mia regina, a voi m'inchino.

Poverino! me n'andrò. (partono)

 

FRIS.

 

NER.

Frisellino voi scacciate?

 

 

LESB.

Voi Burlotto licenziate?

 

 

a due

Vi vien qualche grillo in testa

D'esser nata a comandar?

 

 

NER.

Il mio cuor nobile

Non può fallar.

 

 

LESB.

Il mio gran spirito

Mi fa sperar.

 

 

NER.

Oh, che gran spirito!

 

 

LESB.

Oh, che cuor nobile!

 

 

a due

Tu mi fai ridere,

Mi fai crepar.

 

 

NER.

Olà, rispettami.

 

 

LESB.

Non mi deridere.

 

 

a due

Se vado in collera,

Ti fo tremar.

 

 

BURL.

Saldi, illustrissima.

 

 

FRIS.

Osservandissima.

 

 

a due

Eccellentissima,

Non stia a gridar.

 

 

NER.

} a due

Lo spirto nobile

Non so frenar.

 

LESB.

 

BURL.

} a due

Oh Eccellentissima,

Non stia a gridar.

Signora, almen vi supplico

Di darmi qualche carica.

 

FRIS.

 

NER.

Ti fo mio pescivendolo.

 

 

LESB.

Ti fo mio pescator.

 

BURL.

} a due

Signora, obbligatissimo,

Per un sì bell'onor.

FRIS.

 

NER.

Sì, sì, dispensa cariche.

 

 

LESB.

Sì, sì, dispensa titoli.

 

 

a due

Ma non sei quella ancor.

 

 

NER.

Signora!

 

 

LESB.

Principessa!

 

 

NER.

Regina!

 

 

LESB.

Monarchessa!

 

 

a due

Farai di quella spessa.

 

BURL.

} a due

Eh via, la nobiltà.

FRIS.

 

NER.

Signora!

 

 

LESB.

Principessa!

 

 

NER.

Che grazia!

 

 

LESB.

Che beltà!

 

 

a quattro

Che pazza! che catarri!

Che gran bestialità!

 


 

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License