Carlo Goldoni
Le pescatrici

ATTO SECONDO

SCENA NONA   Lindoro

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

SCENA NONA

 

Lindoro

 

 

Confesso che son armi

Le lusinghe di donna aspre e fatali;

E s'arrendono i cuor deboli e frali.

Io resisto con pena,

Ma ingannar non mi lascio; ed oggi io spero,

Coll'aiuto del ciel, scoprire il vero.

Se parli il core o l'ambizione in loro,

Cauto svelar saprò.

Del labbro non mi fido,

Non credo al ciglio e al volto:

Temo quello ch'io vedo e quel che ascolto.

 

A un labbro vezzoso,

A un ciglio amoroso

Quest'alma non crede,

Non cede il mio cor.

Deh scoprasi il vero,

Si sveli il mistero,

O numi pietosi,

Col vostro favor. (parte)

 

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License