Carlo Goldoni
Le pescatrici

ATTO SECONDO

SCENA DECIMA   Recinto di capanne che formano una piazzetta nel mezzo, con sedili erbosi d'intorno.   Eurilda sola

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

SCENA DECIMA

 

Recinto di capanne che formano una piazzetta nel mezzo, con sedili erbosi d'intorno.

 

Eurilda sola.

 

 

Ahimè! qual turbamento,

Misera, al cor mi sento? Io non ho pace,

Dacché giunse Lindoro a queste arene.

Or m'inquieta il timore, ora la spene.

Ma che sperar poss'io?

S'ei cerca in questi lidi

La nobile donzella,

Lusingarmi potrò d'essere io quella?

Qual merto, qual ragione? Eh, ch'io son folle.

Vana ambizion mi punge,

E benché nata in umile capanna,

Il desio di regnar m'ange e m'affanna.

 

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License