Carlo Goldoni
Le pescatrici

ATTO SECONDO

SCENA QUATTORDICESIMA   Lesbina, Nerina, Burlotto e Frisellino

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

SCENA QUATTORDICESIMA

 

Lesbina, Nerina, Burlotto e Frisellino

 

 

BURL.

Servo di vostra altezza. (a Nerina)

 

 

FRIS.

Io mi rallegro della sua grandezza. (a Lesbina)

 

 

NER.

(Ah, mi sono ingannata!)

 

 

LESB.

(Oh me meschina! son precipitata).

 

 

BURL.

Mi fa suo cameriere? (a Nerina)

 

 

FRIS.

Mi farà suo bracciere? (a Lesbina)

 

 

NER.

(Or se perdo Burlotto, mi dispiace).

 

 

LESB.

(Bisognerà veder di far la pace).

 

 

 

NER.

Burlottino - mio caro carino.

 

 

LESB.

Frisellino - galante bellino.

 

BURL.

} a due

Eh signora... mi prostro, m'inchino.

FRIS.

 

NER.

Io ti voglio tanto bene.

 

 

LESB.

Per te, caro, vivo in pene.

 

 

FRIS.

Ehi Burlotto, che ora abbiamo?

 

 

BURL.

L'ora è tarda: vuoi che andiamo?

 

BURL.

} a due

Quest'e l'ora del pescar.

FRIS.

NER.

} a due

Via, carino, non t'incresca...

LESB.

BURL.

} a due

Alla pesca, alla pesca, alla pesca.

FRIS.

NER.

} a due

Il mio cuor non tormentar.

LESB.

FRIS.

} a due

A pescar, a pescar, a pescar.

BURL.

 

NER.

Il tuo bel mugile tu m'hai donato.

 

 

LESB.

Quell'ombrinottolo m'hai regalato.

 

 

FRIS.

Prendete tabacco? (a Burlotto)

 

 

BURL.

Mi fate favor. (prendono tabacco)

 

 

NER.

Ma caro... ma via...

 

 

BURL.

Tabacco perfetto. (a Frisellino)

 

 

LESB.

Voltatevi in qua.

 

 

FRIS.

È vostra bontà. (a Burlotto)

 

NER.

} a due

Voltatevi.

LESB.

FRIS.

} a due

Eh . (starnutano)

BURL.

NER.

} a due

Guardatemi.

LESB.

FRIS.

} a due

Eh . (lo stesso)

BURL.

NER.

} a due

Il cielo v'aiuti.

LESB.

FRIS.

} a due

Signora, obbligato.

BURL.

 

NER.

Crudele.

 

 

LESB.

Spietato.

 

 

a due

Per voi morirò.

 

 

FRIS.

(Eppure è bellina).

 

 

BURL.

(Ancora mi piace).

 

 

a due

(Che penso? che fo?)

 

 

NER.

Perdono a voi domando.

 

 

LESB.

Io chiedo a voi pietà. (s'inginocchiano)

 

FRIS.

} a due

Amico, che facciamo?

Mi muovono a pietà.

BURL.

NER.

} a due

Mio caro, anima mia,

Non m'affliggete più.

LESB.

BURL.

} a due

Chi può star saldo, stia;

Mio ben, levati su.

FRIS.

 

a quattro

La pace è accomodata,

Mai più si romperà.

Oh pace fortunata,

Che più piacer mi !

 


 

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License