Carlo Goldoni
I pettegolezzi delle donne

ATTO TERZO

Scena Tredicesima. Sgualda e Catte che ascoltano, e detti

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

Scena Tredicesima. Sgualda e Catte che ascoltano, e detti

 

Lelio - Farò così, la condurrò in quell'albergo, sino che ella rinvenirà. (la conduce nell'osteria)

Donna Sgualda - Oe, cossa distu?

Donna Catte - Astu visto?

Donna Sgualda - A drettura in brazzo.

Donna Catte - Oh, che cara modestina!

Donna Sgualda - Ma no sastu? Sti colli storti i fa cussì.

Donna Catte - La gh'ha tutte le bone qualità.

Donna Sgualda - E all'osteria, alla civil.

Donna Catte - Oh, che bella putta!

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License