Carlo Goldoni
Componimenti poetici

POESIE GIOVANILI E POESIE DIVERSE FINO AL 1748

Donna saggia

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

Donna saggia

 

Donna sapiente è di natura un mostro,

Ché sapienza non pregia il sesso imbelle:

Orgogliose n’andrian le fensinelle

S’avesser la metà del saper nostro.

Ma alla donna, signor, ch’ora vi mostro,

Un certo non so che dietro le stelle,

Che, se fia che ella scriva o pur favelle,

Fa stupir ogni mente, ed ogni inchiostro.

Confonde il scimunito, appaga il saggio,

Il dotto aggrada, e l’ignorante alletta;

Chi vergogna ne prova, e chi coraggio.

Incanta il labbro, e l’occhio poi saetta;

E con doppio per lei vero vantaggio

Converte gli aspri, e i teneri diletta.

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License