Carlo Goldoni
Componimenti poetici

POESIE GIOVANILI E POESIE DIVERSE FINO AL 1748

Ad un amico che tutto il giorno mi mandava componimenti in mia lode

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

Ad un amico che tutto il giorno mi mandava

componimenti in mia lode

 

Fino ad ora, signor, affaticato

Vi siete per lodarmi: vi ringrazio,

Ma ormai ebro mi trovo, non che sazio,

Di questo vostro ironico affettato.

Non pretendo però d’esser ingrato

A quelle vostre iperboli da Orazio;

Mi lamento bensì, che tanto strazio

Facciate del mio nome beffeggiato.

Dovrei anch’io tumultuar Parnasso

E convocar di nettare pasciute

Le Muse a far per voi sommo fracasso.

Oh meco sì che non sarebber mute,

E s’udirian dall’alta cima al basso

Cantar le glorie vostre, e la virtute.

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License