Carlo Goldoni
Componimenti poetici

POESIE GIOVANILI E POESIE DIVERSE FINO AL 1748

Per la laurea dell’una e l’altra legge del sig. Agostino Bellotti

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

Per la laurea dell’una e l’altra legge

del sig. Agostino Bellotti

 

Fiorian d’un lauro verdeggiante e schietto

In un vago boschetto i rami santi,

E uscian dall’ombre sue sì dolci incanti,

Che m’empier di dolcezza e l’alma e il petto.

Mentre fiso il mirava, e con diletto,

Cangiossi il cielo in torbidi sembianti,

Folgorando lo scosse, e le tremanti

Spoglie eccelse volar per l’aere infetto.

Fremeano i venti, e quelle frondi anch’esse

S’urtavan spesso; onde al chiarir del cielo

Tutte in un cerchio le mirai connesse.

Ed or veggio di quel superno stelo

Di Bellotti sul crin le frondi impresse

Formar corona all’immortal suo velo.

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License