Carlo Goldoni
Componimenti poetici

POESIE GIOVANILI E POESIE DIVERSE FINO AL 1748

Per il giorno di S. Francesco celebrato da esse Madri R. R. in Chioza

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

Per il giorno di S. Francesco celebrato

da esse Madri R. R. in Chioza

 

Ver la sede sublime il Santo umile

Con singulti di gioia così dice:

Tu rendi fra i martir L’uomo felice,

Fatto quasi di gloria a Dio simile.

Questo nostro piacer fragile e vile,

Ch’è vento et ombra, e noi chiamiam felice,

Alta gloria del ciel troppo disdice,

E all’alma, sol da Dio fatta gentile.

Mondo, pel ciel ti lascio, e lascio quante

Lusinghe di gioir, di fasti e d’oro,

Sol per piacer alle sue leggi sante.

Che se brama il mio cuor ricco ristoro,

Trovo colmo di gioie in uno istante,

Nelle piaghe di Cristo il mio tesoro.

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License