Carlo Goldoni
Componimenti poetici

IL QUARESIMALE IN EPILOGO DEL PADRE GIACOMO CATANEO

PREDICA XXV Dell’occhio lascivo.

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

PREDICA XXV

Dell’occhio lascivo.

 

1 Pericoloso per sua natura.

2 Pericoloso per la corrispondenza col cuore.

3 Pericoloso per fragilità nel sesso più debile.

 

SONETTO

 

L’occhio vagando in questa parte e in quella,

Fisa lo sguardo in un più caro oggetto,

E passando la vista in vil diletto,

Già s’accende d’amor atra facella.

Tosto la fantasia s’avanza anch’ella

A contemplar quel lusinghiero aspetto,

E scorrendo dal cuor l’indegno affetto,

Tutta la volontà si rende ancella.

Feritrici pupille, acuto strale,

Ch’avvelena col sguardo un cuor pudico,

Porta de’ vizi, introduzion del male;

Ma tiranne vie più nel sesso amico

Della vana ambizion, del senso frale.

Intendami chi può : so quel ch’io dico.

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License