Carlo Goldoni
Componimenti poetici

SONETTI SACRI

PREDICA XXVII   Della vanità del vestire. Il Lusso

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

PREDICA XXVII

 

Della vanità del vestire.

Il Lusso

 

1 È peccato, perché travia dalla pietà.

2 È effetto di peccato, perché travia dall’equità.

3 È cagion di peccato, perché offende la modestia.

 

SONETTO

 

O voi, che d’emendare in voi cercate

Del sapiente Creator supposti errori,

E di vesti lascive, e di colori

Finti, e di finte chiome adorni andate,

A mantener la vostra vanitate

Ove i fondachi avete, ove i tesori?

Voi sfoggiate alla ricca, e i creditori

Invan chieggon mercede, invan pietate.

E le aperte ingiustizie, e le segrete

Infedeltadi, e gl’insidiosi inganni

Sclamano contro voi vendetta in Cielo.

A voi, donne immodeste, a voi, che siete

La funesta cagion di mille danni,

I rimproveri suoi scaglia il Vangelo.

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License